Tu sei qui

Un'opportunità in più

UN'OPPORTUNITÀ IN PIÙ 

 

Progetto per iniziative didattiche di prevenzione e di contrasto della dispersione scolastica ai sensi del D.M. 7 febbraio 2014 e del DDG 7 febbraio 2014

 

L’approvazione del progetto per iniziative didattiche di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica ai sensi dell’art. 7 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104 ha consentito l’attivazione di un percorso progettuale il cui impianto organizzativo ha previsto moduli di tipologia A per il recupero e/o rafforzamento di base linguistico-espressive, logico matematiche e il potenziamento delle competenze chiave di cittadinanza, e moduli di tipologia B, rivolti all’intera comunità scolastica, alunni e genitori.

Il progetto originale è stato completamente rimodulato nei tempi, nella durata e nelle azioni previste dopo il decreto di rettifica della graduatoria a seguito del quale il finanziamento iniziale è stato decurtato del 55% circa. Per tale ragione nell’a. s. 2013/14 sono state realizzate solo alcune delle iniziative relative al progetto di tipologia A, completate nell’a. s. 2014-15, mentre quelle relative alla tipologia B sono state svolte tutte nell'a. s. 2014-2015.

 

Finalità

Attraverso il percorso progettuale realizzato, la scuola ha inteso affrontare le emergenze educative adottando metodologie di lavoro laboratoriali e per piccoli gruppi di alunni, che vedono il docente diventare facilitatore, negoziatore, risorsa in grado di garantire la tenuta del processo di apprendimento del singolo e in ogni piccolo gruppo.

Le finalità dell’intervento, congruenti con le linee di indirizzo del POF, sono:

  • valorizzare tutti e ciascuno nella propria individualità e diversità;
  • educare i ragazzi a vivere attraverso la scuola l’esperienza di emozioni positive per acquisire sicurezza in se stessi
  • educare al confronto e ad esprimere la propria individualità senza prevaricare l’altro
  • rendere consapevoli che il successo individuale determina il successo collettivo
  • stimolare una capacità di progettazione ed attuazione da parte dei ragazzi, così che la scuola non sia più un "luogo dove stare" per obbligo, ma sia uno spazio in cui esplorare, scoprire nuovi "giochi", ossia esperire nuovi linguaggi, diverse capacità creative e comunicative
  • sviluppare il senso di responsabilità
  • rendere spendibili autonomamente conoscenze e competenze apprese
  • gestire le discipline del curricolo in funzione dei bisogni formativi particolari dei soggetti cosiddetti "a rischio”
  • supportare il normale percorso didattico-formativo con nuove metodologie di apprendimento
  • realizzare una integrazione orientata e finalizzata delle risorse del territorio in forma di rete di collaborazione.
AllegatoDimensione
PDF icon Attività progettuali e monitoraggio 803.88 KB

Sito realizzato dall'IC Marconi su modello distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.